Seleziona una pagina

Di origini napoletane, vive a Roma, ma a casa non c’è mai.
Nata sotto il segno del Toro, più che una Drag, si definisce una Transexual Queen.
Ha partecipato recentemente al programma Ciao Darwin di Paolo Bonolis e potete trovarla spesso come animatrice nei locali gay italiani.
Berta Bertè è anche su Facebook.
Perché hai scelto la notte?
Perché rappresenta il divertimento e il peccato, quindi mi rispecchia.
Com’è nato il tuo nome d’arte?
Mi chiamo Roberta quindi Berta e Bertè è noto a tutti perché.
La Bertè sa di avere questa “gemella” pazza?
Sì, ci siamo conosciute nel 2005, quando ho vinto Miss Drag Queen Italia.
Come e quando hai cominciato a lavorare nei locali? Nel 2000, a Napoli, con la Musdela degli Angels of Love.
Capelli veri o parrucca?
Capelli verissimi.
Tutta nature o anche chirurgo?
Madre Natura e padre Chirurgo.
Qual è la cosa più imbarazzante che ti è accaduta in una serata?
Durante uno spettacolo, ad Avellino, ci hanno letteralmente coperti di insulti, il pubblico era palesemente omofobo.
Fummo costretti a lasciare la discoteca dalle porte di servizio con la security e i direttori artistici che si scusavano.
Quella più divertente?
Quando, involontariamente, con il microfono, ho scheggiato un dente a Cinzia Boccolotti, che però non si è divertita molto, direi.
Single o fidanzata?
Single, mentre aspetto l’uomo giusto, mi diverto con quelli sbagliati.
Sesso con preliminari o senza?
Sesso fatto bene e spesso, in tutti i laghi, in tutti i luoghi.
Il posto più strano dove l’hai fatto?
Dietro la cassa di un drugstore a New York, ho anche le foto.
Mai fatto sesso durante una serata in cui lavoravi? Quasi sempre, anche nei locali gay.
Cosa cerca un uomo che prova a rimorchiare Berta Bertè durante una serata?
Non lo so, chiediamolo a loro. Anna Oxa cantava Fatelo con me io aggiungo Vi prego.
Secondo te le drag queen sono tutte delle…?
Amiche dell’effetto serra… troppa lacca!
Cosa pensi della scena gay italiana?
Secondo me va benissimo, non ha subito la crisi, e ci sono situazioni belle in Italia che non ho trovato neanche a NY e Miami.
Programmi per l’estate?
Tour teatrale e tante belle serate.