Seleziona una pagina

Con l’arrivo dell’autunno è inevitabile riandare con la memoria all’inizio della scuola, quando ci toccava sorbirci bullismo e omofobia, gran sollazzo a nostre spese dei compagni più esuberanti.
Segnalo quindi con piacere un paio di volumi a fumetti della mai abbastanza lodata Renbooks ambientati tra banchi e lavagne.

Renbooks ha infatti tradotto e adattato in italiano la raccolta di storie brevi contro il bullismo omofobico, più un racconto e qualche illustrazione, realizzati da alcuni autori gay giapponesi di gei manga (fumetti gay fatti da gay per gay). Nel nostro paese il volumetto unico It’s ok! è venduto a un prezzo concorrenziale (brossurato, 96 pp. in b/n, 5,90 euro) grazie alla piattaforma di crowdfunding “Produzioni dal basso”. Il lettore di riferimento è sperabilmente un coetaneo degli studenti protagonisti delle storie a fumetti, al quale si vuol mandare un chiaro messaggio di fiducia, sull’onda di quello che il progetto It Gets Better ha voluto fare per arginare la piaga del suicidio giovanile degli omosessuali statunitensi.

Al netto di parecchie ingenuità e lambiccamenti da teen drama, le storie sono in larga parte buffe e spesso toccanti, con gli apici della fulminante leggerezza del gioiellino “Prima o poi…” di Taku Hiraku, o dello struggente “Al te di allora”, racconto scritto con sensibilità da Shintarawl e illustrato un po’ freddamente da Poko Murata, nel quale il giovane Kentaro si dichiara con coraggio al compagno di classe Kohei.
Gli altri autori coinvolti hanno il calibro di Okura, Kuro Nohara, Inuyoshi, SUV, Kazuhide Ichikawa e Tatsuya Naoki. Insomma: It’s ok! è lettura consigliata ai liceali di tutte le età.

Le prime due uscite di Aoi Hana – The Sweet Blue Flowers portano avanti in maniera egregia, invece, l’attenzione di Renbooks per il fumetto lesbico con una miniserie in otto volumi (ciascuno brossurato con sovraccoperta, 208 pp. in b/n e colore, 7 euro) dalla veste editoriale identica all’originale che declina col sapido mestiere di Takako Shimura, e qualche lungaggine narrativa, l’abusato filone delle tragicommedie scolastiche nipponiche, con la tormentata vicenda della timida Fumi, la quale torna nella città natale dopo anni di assenza e ritrova l’amica del cuore Akira, mentre viene distratta dalle attenzioni e dall’amore crescente per la bella e popolarissima Yasuko, a sua volta piuttosto sentimentalmente confusa. Da questo fumetto nel 2009 sono stati tratti undici espisodi di una serie televisiva a disegni animati di fattura pregevole, per ora ancora inediti in Italia.