Seleziona una pagina

Giubilo sia in tutto il regno: è uscito l’atteso Oberdan, amor mio (MGS Press, 9,50 €), terzo volume della serie triestina di Alessandro Fullin dedicata alle avventure della principessa Sissi, che l’autore immagina in incognito dopo essersi finta morta, approfittando di un attentato fallito. Sul nuovo volume c’è Batman in copertina, e già questo dovrebbe bastare: chi è in grado di gestire i dialetti del Nord Italia farebbe davvero bene ad appassionarsi a questa Imperatrici Disperate in salsa friulana.
Da segnalare anche il ritorno a teatro di Fullin: dopo le piccole donne della Alcott, quest’inverno ha deciso di gayzzare nientemeno che Dante Alighieri. Lo spettacolo si chiama La Divina ed è assai liberamente tratto dalla Commedia. Arriverà in molte città italiane nel prossimo futuro (a Milano sarà a partire dal 28 gennaio al Martinitt).
È uscito anche un utile strumento per orientarsi nella letteratura a tematica gay, La biblioteca ritrovata. Percorsi di lettura gay nel mondo contemporaneo (Rogas, 19,50 €) di Francesco Gnerre. Paradossalmente, in un’epoca in cui più o meno tutto è disponibile online, è difficile disporre effettivamente e in maniera ordinata dei contenuti che interessano: questo è ancora più vero per la letteratura omosessuale, che non gode ancora di pieno riconoscimento da parte della critica. Il testo di Gnerre si pone come obiettivo quello di essere una guida alle opere e agli autori, con un occhio di riguardo per chi già viene letto (non a caso in copertina ci sono i tre scrittori gay  più importanti del secolo scorso) ma senza dimenticare gli emergenti.
Felix Cossolo ha compilato 40 anni in movimento. 1975-2015. Un viaggio nella storia della militanza gay italiana (e soprattutto milanese). Ora che ha deciso di lasciare lo storico locale After Line in mani altrui, ha voluto ripercorrere le tappe più significative della sua vita da attivista gay con interviste, articoli, fotografie e documenti. Non avrà la sistematicità di un saggio accademico, ma è un ulteriore prezioso tassello nel mosaico della storia gay italiana.
Infine Stefano Paolo Giussani, che ricorderete per L’ultima onda del lago, ha scritto Il ring degli angeli (Robin Edizioni, 12€), nato grazie al crowdfunding con lo scopo dichiarato di combattere le famigerate Sentinelle in Piedi con la loro stessa arma. Queste sono storie di (e finanziate da, e si spera anche lette da) gente comune, alla faccia di chi anche in questi giorni vuole riportare in voga quel luogo comunque per cui siamo tutti ricchi, lobbisti e coccolati dal mercato.