Seleziona una pagina

La 10ª edizione del Queer Lion, premio collaterale della 73ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, ha visto 10 opere LGBT concorrere per l’assegnazione del premio per il “Miglior Film con Tematiche Omosessuali & Queer Culture”.

Tra di essi spiccano L’estate addosso di Gabriele Muccino, l’islandese Hjartasteinn (Heartstone) di Guðmundur Arnar Guðmundsson, l’australiano Boys in the Trees di Nicholas Verso, il francese Jours de France di Jérôme Reybaud, il messicano La región salvaje di Amat Escalante e due film filippini: The Woman Who Left del maestro Lav Diaz (che ha vinto il Leone d’Oro) e Ordinary People di Eduardo Roy Jr.

La giuria – composta da Cecilia Ermini, Rich Cline e Daniel N. Casagrande – ha assegnato il Queer Lion 2016 all’islandese Hjartasteinn (Heartstone) “per aver raccontato con estrema delicatezza il coming of age di due giovanissimi e fraterni amici, mostrando le difficoltà di accettare sentimenti e passioni omosessuali. Per la rappresentazione efficace del conflitto interiore che separa e poi riunisce i due protagonisti, ambientando questa straordinaria storia in un contesto naturale tanto bello quando duro e crudele”.

Sito:www.queerlion.it, Facebook: QueerLion, Twitter: QueerLionAward, Youtube: QueerLion.